Acque Toscane non può sospendere le bollette, ma si possono rateizzare

Acque Toscane non può sospendere i pagamenti delle fatture, ma si rende disponibile a chi, in difficoltà economiche per l’emergenza coronavirus, richieda il rateizzo. Lo precisa in una nota Acque Toscane che spiega come il decreto dell’Arera (l’Autorità per l’energia, le reti e l’ambiente), l’autorità nazionale che si occupa di acqua e gas, non preveda la sospensione dei pagamenti per il servizio idrico, se non per i comuni della prima zona rossa lombarda. “È invece prevista la sospensione delle chiusure del servizio per morosità”, spiegano ancora da Acque Toscane. “Solo l’Arera può concedere deroghe – chiarisce il portavoce Luca Manna – mentre la nostra azienda non ha potere di farlo. Né possono concedere deroghe o proroghe neppure i sindaci, come nel caso di Fiesole. Solo Arera può farlo”.

Nonostante questo, Acque Toscane “si rende disponibile ad accordare richieste di rateizzazione presentate da chi è in difficoltà. Chi ha necessità di concordare un eventuale piano per dilazionare gli importi delle fatture appena emesse o in via di emissione, può inviare una mail a clienti.fiesole@acquetoscane.it. Informazioni sono disponibili anche al numero verde 800 755 246 con il seguente orario: dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 18,30; il sabato dalle 8,30-13,30. In questo periodo sono chiusi gli sportelli al pubblico.