Cinema: slitta al 2021 il premio Fiesole

Il Premio Fiesole ai Maestri del Cinema non avrà un’edizione 2020: il riconoscimento slitta al prossimo anno. Il premio, nato nel 1966 per volontà del Comune di Fiesole e organizzato dal 2000 in collaborazione con il Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani Gruppo Toscano, non si terrà a causa della situazione sanitaria internazionale. Spiega Marco Luceri, coordinatore del sindacato critici:  “L’anima del Premio Fiesole Maestri del Cinema – ha detto Marco Luceri, coordinatore del Sncci Gruppo Toscano – è stata sempre segnata dall’incontro diretto tra il premiato e il pubblico, attraverso un confronto, un contatto, una vicinanza, anche fisici, che nella situazione odierna non è permesso avere. Per questo motivo, di concerto con il Comune di Fiesole, abbiamo deciso di annullare l’edizione 2020 e di riprendere regolarmente lo svolgimento della manifestazione nel 2021. Inizieremo già nelle prossime settimane a lavorare all’edizione del prossimo anno, con l’auspicio che sarà una nuova grande festa per il cinema e per Fiesole”.

“Ci dispiace molto dover rinunciare all’edizione 2020 del Premio Fiesole ai Maestri del Cinema – ha detto il Sindaco Anna Ravoni – d’altra parte crediamo sia la scelta più opportuna, perché le molte restrizioni di cui dovremmo tenere conto toglierebbero all’evento le caratteristiche per cui si distingue e che lo rendono un giorno di festa e un’occasione unica di incontro ravvicinato con il regista”.

Lo scorso anno il premio è andato a Paolo Sorrentino. Il palmares ha visto negli ultimi anni il riconoscimento andare a Vittorio StoraroStefania Sandrelli, Dario Argento, Giuseppe Tornatore, Terry Gilliam, Toni Servillo e Nanni Moretti. Nel passato è andato a nomi come Luchino Visconti, Michelangelo Antonioni, Orson Welles, Stanley Kubrick, Ingmar Bergman, Wim Wenders, Theo Anghelopoulos, Marco Bellocchio, Ken Loach.

Nell’immagine sopra: l’edizione 2019 (foto: Toscana Film Commission)