Covid-19, il punto del Sindaco Ravoni

Il Sindaco Anna Ravoni ha appena pubblicato sulla propria pagina Facebook una serie di aggiornamenti in merito all’emergenza coronavirus sul territorio comunale, ricordando come questi “sono giorni difficili per tutti e il Comune sta mettendo in campo tutto il suo impegno per alleviare disagi e sofferenze dei cittadini e per l’applicazione delle norme nazionali”.

Dal punto di Anna Ravoni:

  • I NUMERI
    Al momento si contano 19 casi di Covid-19 sul nostro territorio comunale. Nove persone sono ricoverate negli ospedali fiorentini. Gli altri dieci sono in isolamento e devono aspettare quella che viene chiamata la “negativizzazione”. Ovvero devono risultare negative al tampone per due volte a distanza di 48 ore. In attesa che questo che si verifichi, devono stare in isolamento totale. Dal momento che non tutte le case hanno le condizioni perché questo avvenga (ci vuole una stanza con bagno isolata dal resto della casa), il Comune si è attivato presso bed and breakfast, affittacamere e proprietari di appartamenti per ospitare le persone che hanno necessità durante questa fase. Al momento, ci sono quattro persone in strutture messe a disposizione del Comune. Voglio rassicurare tutti: le persone in questa condizione sono sottoposte a delle regole ferree ben precise e non possono uscire per nessun motivo. I pasti vengono consegnati loro dal Comune, tramite volontari della Protezione civile appositamente formati che provvedono anche a recapitare farmaci e indumenti necessari durante l’isolamento. Le altre sei persone positive sono in isolamento domestico, alle stesse condizioni: non possono assolutamente uscire di casa né aver contatti con nessuno. Ma dal momento che nelle loro abitazioni ci sono i requisiti necessari (la stanza isolata con bagno proprio), possono trascorrere lì questo periodo.
  • SPESA
    L’ultimo DPCM del 22 marzo (con le modifiche contenute nel Decreto del 25 marzo) ha vietato gli spostamenti di Comune. Aggiungendo, però, che “È possibile spostarsi in altri Comuni solo ed esclusivamente per comprovate esigenze lavorative o in casi di assoluta urgenza o per motivi di salute. Laddove quindi il Comune non disponga di punti vendita, o sia necessario acquistare con urgenza generi di prima necessità non reperibili nel Comune di residenza o domicilio, lo spostamento è consentito solo entro tali stretti limiti, che dovranno essere autocertificati”. Domande pratiche: si può andare dal Girone al Gignoro a fare la spesa? Sì, si può. Si può andare da Compiobbi o Ellera a fare la spesa alle Sieci? Sì, ma non oltre, non a Pontassieve, per capirsi. Per tutti, ci vuole la nuova autocertificazione rilasciata ieri, 26 marzo, sul sito del Governo o del Ministero degli Interni.
  • MASCHERINE
    La Protezione Civile Regionale fornisce ogni giorno al Comune un quantitativo molto limitato di mascherine in tessuto non tessuto, lavabili e riutilizzabili. Quelle poche che ci sono arrivate le abbiamo distribuite alle associazioni di volontariato del territorio (Fratellanza Popolare Caldine, Misericordia di Fiesole, Misericordia di Compiobbi, Croce Azzurra del Girone e VAB). Ne abbiamo distribuite alcune anche a tutte le Coop. La settimana prossima ne manderemo, non appena ci saranno arrivate, altre trecento per le persone che fanno la spesa alla Coop. Le Proloco di Fiesole e della Valle dell’Arno ne hanno acquistate circa 600, del tipo chirurgico, da distribuire alle associazioni di volontariato.
  • SANIFICAZIONE
    Prosegue la disinfezione delle strade dal lunedì al venerdì su tutto il territorio comunale, nelle zone dove si può registrare maggiore concentrazione di persone.
  • RIFIUTI
    Prosegue regolarmente il servizio di ritiro dei rifiuti porta a porta. Alia raccomanda a tutti di continuare a usare gli appositi mastelli e bidoncini: gli operatori addetti alla raccolta lavorano con mascherina, guanti monouso oltre a quelli necessari normalmente e hanno a disposizione sul mezzo gel e liquidi disinfettanti con sui sanificano guanti e abitacolo regolarmente. Vista la straordinarietà della situazione, è possibile usare qualunque sacchetto domestico per il multimateriale. È sospeso il servizio di ritiro dei rifiuti ingombranti.