Fiesole dà il benvenuto ai nuovi studenti dell’Istituto europeo

di Damiano Fedeli

Ieri sera al Teatro Romano Fiesole ha dato il benvenuto alle matricole dell’Istituto universitario europeo: ricercatori, assegnisti e studenti dei master. Nel rispetto di rigorose norme di sicurezza anti-covid gli studenti, provenienti da tutta Europa, hanno avuto modo di visitare l’area archeologica in piccoli gruppi e ascoltare un concerto (dal programma in gran parte dedicato a Morricone) della Filarmonica di Fiesole.

“Questo colle etrusco ora è casa vostra in questo periodo di difficoltà globale”, ha sottolineato Vincenzo Grassi, segretario generale dell’Istituto universitario europeo della Badia fiesolana. “Nel periodo in cui starete qui, Fiesole sarà il vostro rifugio dove la vostra curiosità intellettuale sarà libera di spaziare”.

“Qualche mese fa sarebbe stato difficile immaginare un evento con voi qui presenti come quello di questa sera”, ha detto il presidente dell’Istituto, Renaud Dehousse. “Lo scopo di un’università è quello di educare, ma non solo: è un’esperienza umana e per quello le persone devono stare insieme. Il tempo che passerete qui a Fiesole è un’occasione unica”.

Infine, l’invito del Sindaco Anna Ravoni: “Vivete in pieno il vostro rapporto con Fiesole, anche grazie alle tante associazioni culturali e di volontariato presenti nel nostro territorio”.