Regione Toscana, dal primo maggio si può passeggiare e andare in bici nel proprio comune

Dal primo maggio “è consentito svolgere passeggiate all’aria aperta e utilizzare la bicicletta”, purché questo avvenga “nell’ambito del comune di residenza”, non necessariamente vicino a casa ma senza usare automobile o mezzi pubblici. L’importante allentamento delle misure restrittive è contenuto in un’ordinanza (la 46) della Regione Toscana uscita nel pomeriggio del 29 aprile. Passeggiate e giri in bici possono essere fatte da soli, “o da parte di genitori e figli minori, o da parte di accompagnatori di persone non completamente autosufficienti, o da parte di residenti nella stessa abitazione”. Chi abita nella stessa abitazione, così come genitori e figli minori, non è tenuto a mantenere la misura di distanziamento sociale di almeno 1,8 metri prevista in tutti gli altri casi. Rimane, ovviamente, l’obbligo di mascherina. Secondo la norma regionale si deve fare “partenza e rientro alla propria abitazione”.

(foto: unsplash.com)